Tortini alla banana e cioccolato.

Forni accesi, ciotole pronte, mani pulite: questa ricetta è veloce – ci vogliono solo 5 minuti per prepararla e 15 per lasciare fare al forno il proprio dovere, facile, deliziosa e diventerà un must della vostra cucina.

Questi tortini alla banana e cioccolato sono senza glutine e senza frumento, e per prepararli ho usato la farina Mix It della Schär. Questo composto di farina di riso, fecola di patate e altri elementi, è perfetto per sostituire la farina classica nelle preparazioni da forno.
Il sapore della farina di riso, che di solito si sente, in questo caso è del tutto “trasparente” e non infastidisce.
Ma parliamo di questi tortini perfetti: sono un ottimo accompagnamento per il té delle 5 o come dessert. In realtà, se togliete le banane e il cioccolato, la ricetta è una base da farcire come si vuole. Sbizzarritevi!

Ingredienti per 6 tortini:
– 1 banana tagliata a metà e poi a pezzetti;
– 50 grammi di cioccolato fondente;
– 110 grammi di farina Mix It;
– 50 grammi di zucchero di canna + un po’per dopo;
– 1 cucchiaino di lievito per dolci;
– 1 cucchiaio di formaggio spalmabile Valsoia;
– 40 grammi di margarina;
– 3 cucchiai di olio extravergine di oliva (o di semi).

Preriscaldare il forno a 180°.
Mettete in una ciotola tutti gli ingredienti tranne l’olio e lavorate con le mani fino ad ottenere un impasto appiccicoso e scomposto. La cosa importante è che la farina sia amalgamata bene.
Aggiungete l’olio e mescolate con un cucchiaio fino a ottenere una crema.
A questo punto tagliate con il coltello il cioccolato, ottenendo così dei quadratini piccoli e aggiungeteli all’impasto.

IMG_9853

Ungete dei pirottini per muffin e cospargeteli di zucchero sia sul fondo che sulle pareti. Ne basterà poco e la rimanenza potete usarla per il pirottino successivo.
Mettete un cucchiaio di impasto per pirottino (lievitano tanto) e poi cospargeteli di zucchero, in modo che formino una crosticina durante la cottura.
Infornate per 15 minuti o poco più, a seconda del vostro forno.
Lasciateli raffreddare e serviteli con del té.

IMG_9907

Con questo perfetto accompagnamento da té, non potevo non scegliere una canzone a tema.
La dolcissima “Her Tea Leaves” di Iron & Wine è la canzone ideale per scaldarsi da questo freddo che entra nelle ossa.

When autumn comes, she’ll be there
Jasmine still in her hair
Her tea leaves dry by the sea

Muffin di mais ai mirtilli freschissimi

Vi dirò la verità, questa è una ricetta da perfezionare completamente. L’ho trovata su un sito che seguo molto volentieri (il coloratissimo The Miniature Moose), e mi ha subito catturato l’occhio e fatto salivare come poche cose al mondo. Cerco sempre ricette che siano senza glutine o da convertire facilmente perché ho diversi amici intolleranti, e questa è stata la candidata per diversi giorni. Oggi ho preso coraggio e l’ho fatta.
C’è stata una soddisfazione a metà: da una parte la cottura mi è venuta perfetta e per la prima volta non ho avuto di paura di aver rovinato qualcosa, dall’altra però il sapore non era quello che mi aspettavo. Credevo che sarebbero stati abbastanza dolci, e invece non è così. Solo dopo ho capito che se la ricetta era accompagnata da un burro allo sciroppo d’acero, un motivo c’è. Il sapore è buono, non fraintendetemi, ma se amate i muffin grondanti zucchero, vi consiglio di aumentare la quantità oppure di aggiungere dello sciroppo d’acero all’impasto.

Non mi ritengo sconfitta, questi muffin ai mirtilli sono leggeri, umidi al punto giusto, soffici e belli cicciotti. Hanno un colore pazzesco e il mirtillo dona quella punta di acidità che sta bene con la farina di mais.
Non sono sconfitta, quindi. Diciamo che con questi dolcetti mi sono piazzata al secondo posto e che presto (molto presto) troverò la giusta combinazione per vincere il podio per i muffin più buoni della terra.

Aggiornamento: Il sapore di questi muffin (che in realtà alla fine mi sono venuti fuori come dei tortini) è perfetto così com’è, proprio perché possono essere più o meno affogati con dell’ottimo sciroppo d’acero, come ho fatto ieri sera e questa mattina a colazione. Una buonissima alternativa è la crema di nocciole, o il miele (se lo mangiate). Insomma, l’unica cosa che va effettivamente incrementata è la quantità di zucchero se volete dei muffin più classici.
Ah, fate attenzione: lo sciroppo d’acero è una droga potentissima!

Ingredienti per 12 muffin:

– 240 grammi farina di mais;
– 210 grammi farina di riso;
– 2 cucchiaini di aceto di mele;
– 2 tazze latte di mandorla al naturale;
– 150 grammi circa di olio di riso;
– 2 cucchiaini cremor tartaro;
– 2 cucchiaini di amido di mais;
– 1 cucchiaino e mezzo (circa) di bicarbonato di sodio
– 2/3 di tazza di olio di riso (o vegetale);
– Un pizzico di sale;
– 2/3 di tazza di zucchero di canna – circa 150 grammi;
– 150 grammi di mirtilli freschi

In un contenitore grande versate il latte di mandorla e l’aceto di mele, amalgamando velocemente con una frusta. Mettete da parte.
Accendete il forno e impostatelo sui 180°.
Mischiate insieme le farine, il cremor tartaro, il bicarbonato, l’amido di mais e il sale.
Aggiungete al latte di mandorla lo zucchero e l’olio e mischiate fino ad ottenere un impasto schiumoso; versate subito dopo gli ingredienti secchi e amalgamate con una frusta fino ad eliminare tutti i grumi.
Versate i mirtilli nell’impasto, amalgamate ancora e poi riempite i pirottini. Questi muffin non si gonfiano più tanto.
Cuocete per circa 30 minuti, facendo la prova dello stuzzicadenti a fine cottura.

Muffin di mais

Nonostante la vaga insoddisfazione mi sento bene riguardo a questa ricetta. Mi ha fatto stare benissimo anche la musica che ho scelto mentre cucinavo, un best of di Dinah Washington, che grazie alla sua voce trasparente ha accompagnato ogni gesto e ogni movimento per creare i muffin.
Immergetevi con me in una canzone come non se ne fanno più: I Wanna Be Loved, in una atmosfera romantica e malinconica al tempo stesso. Lasciate che la voce di Miss Washington vi guidi attraverso le note. Una voce di cristallo pregiato che non vi lascerà più andare.

Baby, can’t you see
I wanna be thrilled to desperation
I wanna be thrilled starting tonight
With every kind of wonderful sensation
I wanna be loved