Paninazzy ripieno di ceci, avocado e rucola

Avete presente quando dovete per forza usare degli ingredienti che altrimenti vanno irrimediabilmente a male? Ecco, così. Questo paninazzy arriva proprio dall’esigenza di usare una manciata di ceci che mi imploravano di uscire dal frigo, mezzo avocado che non voleva saperne di diventare guacamole e qualche foglia di rucola che svolazzava in un sacchetto di insalata. Insomma, la cena dei poveri che si trasforma in un piatto da regine e re.

IMG_2621-2

Paninazzy serissimo.

Ingredienti per un panino:
– Mezza scatola di ceci già cotti;
– Mezzo avocado maturo;
– Una manciata di rucola (o altra insalata a piacere);
– 3 cucchiaini di succo di limone;
– 2 fette di pane (quello che preferite);
– Sale e pepe q.b.;
– Senape dolce q.b.

Mettete a tostare il pane.
In una ciotola schiacciate con la forchetta i ceci fino ad averli ridotti in una sorta di purea a pezzettoni, fate la stessa cosa con il mezzo avocado.
Condite con il succo di limone, il sale e il pepe e mescolate bene, assaggiando e aggiustando i sapori. Niente vi vieta di buttarci dentro anche altre spezie come il peperoncino.
Quando il pane è pronto, spalmate le due fette con la senape, adagiate la rucola e poi buttateci sopra a cucchiaiate il vostro ripieno, fino a quando vi va. Chiudete il panino, ignorate tutto il mondo che vi circonda e gustatelo con amore.

IMG_2623

Panino con vista.

È sabato, c’è bisogno di relax e “Settle down” di Kimbra – tratta dal suo album Vows è la canzone che mi sta aiutando molto a trovare il mood per la serata.
Kimbra è una cantante (ma non solo) neozelandese, diventata più o meno famosa con la canzone “Somebody that I used to know” di Gotye.
Che dire, la sua voce è una vera e propria sostanza dopante per le orecchie, di una bellezza e raffinatezza jazz rarissime. Spero che vi piaccia quanto piace a me.

We can settle at a table
A table for two
Won’t you wine and dine with me?

Paninazzy con burger di verdure, guacamole e altre cose buone

Prendete delle giornate un po’ stressanti, unitele alla mancanza totale di ispirazione e a una tristezza generalizzata, mescolate insieme un goccio di frustrazione profonda e avrete la perfetta ricetta dell’andazzo di questi giorni.
Avevo proprio messo da parte l’idea di cucinare e anche per me ho preparato messo insieme pasti poco nutrienti e svogliati. Avete presente quando il cibo non ha nessun sapore e potreste anche mangiare sabbia, tanto sarebbe uguale? Ecco, così.

Poi, improvvisamente, è arrivata una ventata di ispirazione e mi sono chiesta cosa mi sarebbe piaciuto mangiare al posto del “solito” burger con le verdure e ho capito che la soluzione sarebbe stata quella di farmi un panino un po’ più ricco del solito.

IMG_1583

E allora ecco che in casa avevo tutto l’occorrente per stratificare la mia cena sopra a due fette di pane: burger di verdure, un avocado bello maturo pronto per diventare guacamole, pomodori costoluto che mi pregavano di essere fatti a fettine e una manciata di rucola incredibilmente saporita. Questo paninazzy s’aveva proprio da fare.

IMG_1592-2

Così, con l’aiuto di mio fratello, abbiamo creato due meravigliosi panini per una cena più che soddisfacente.
La guacamole colava ovunque, la rucola tentava di sfuggire al controllo, le fettine di pomodoro scivolavano via dal pane, il profumo di lime si espandeva nell’aria.
Era proprio quello che ci voleva, e continuo a pensare che il cibo sia veramente una esperienza di condivisione unica, in grado di stuzzicare la mente, aumentare la creatività, far venire voglia di ridere delle cose stupide e creare piccoli momenti di felicità che resteranno per sempre legati a certi alimenti.
E poi oh, chi non si mangia un paninazzy in compagnia, o è un ladro o è una spia!

IMG_1601-2

Ingredienti per due paninazzy:
– 2 burger vegetali;
– 2 pomodori costoluto;
– Rucola;
– 4 fette di pane integrale

Per la guacamole:
– 1 avocado maturo;
– 1 lime;
– Olio extravergine di oliva q.b.;
– Sale q.b.;
– Pepe q.b.;
– La punta di un cucchiaino di aglio in polvere

Cuocete i burger in una padella calda con un goccio di olio pochi minuti per parte.
Ne frattempo tagliate a fette sottili il pomodoro e mettete il pane a tostare.
Tagliate l’avocado, spolpatelo e in una ciotola schiacciatelo energicamente con una forchetta aggiungendo il succo di un lime, un giro di olio extravergine di oliva e il resto delle spezie. Più lo lavorate con la forchetta, più diventerà cremoso.
Ora che tutto è pronto, impilate gli ingredienti sul pane tostato come meglio credete, io ho fatto una combinazione di pane, pomodoro, guacamole e rucola su una fetta e l’altra con pomodoro e burger vegetale. Gustate subito con una birra freschissima e con delle patatine da accompagnamento.

IMG_1596-2

Sto ascoltando moltissima musica in questi giorni, proprio vari generi perché non riesco a concentrarmi. E così ho incrociato la strada dei Thievery Corporation, un duo che fa musica elettronica, che nel 2014 ha sfornato “Saudade” un album fatto completamente da collaborazioni. Quella che più mi ha colpito è “Depth of my soul” con Shana Halligan, cantante del gruppo Bitter:Sweet, dalla voce caldissima. Tutta l’atmosfera della canzone è incredibilmente malinconica e avvolgente ed era proprio quello che mi serviva in questo periodo.

And fountains full of flowers,
on islands full of tears.
Weeping willows and fireworks
explode then disappear.