Riso alla curcuma e limone con asparagi

Mi sono fatta prendere la mano da quest’aria da primavera e ho comprato i primi asparagi, scegliendoli accuratamente belli ciccioni e polposi.
Ho cercato una ricetta da preparare che avesse il colore della stagione che sta per arrivare, la vitalità del risveglio migliore e quel tocco di groove che non guasta: la scelta è ricaduta sul riso alla curcuma e limone, che anche senza asparagi è una grande bontà. Ovviamente si parla del profumatissimo riso basmati, il re per quel che riguarda l’abbinamento con spezie e condimenti vari.

IMG_7116

I colori di questa ricetta di origine indiana sono un vero e proprio invito a rimboccarsi le maniche, tirare fuori dalla dispensa le spezie e mettersi a cucinare. In tutto impiegherete (circa) 15 minuti, ottenendo un piatto piccante, allegro, soddisfacente e soprattutto versatile! In questo caso ho tagliato a fettine gli asparagi, ma potete usare il riso con qualunque altra verdura, oppure tofu e tempeh. A voi la scelta!

Ingredienti per una persona:
– 70  grammi di riso basmati;
– 5 asparagi tagliati a fettine;
– 1 cucchiaino di curcuma;
– Almeno 2 cucchiai di succo di limone;
– 1 cucchiaino di cumino;
– 2 cucchiai di olio extravergine, divisi;
– Sale e pepe q.b.;
– Peperoncino q.b.

Cuocete il riso seguendo le istruzioni della confezione e mettete da parte.
Pulite gli asparagi eliminando la parte bianca e pelando leggemernte il gambo, se necessario. Tagliateli a fettine sottili lasciando integre le teste; fateli saltare in padella con un cucchiaio di olio extravergine per circa 10 minuti a fuoco medio. Salate a piacere a metà cottura e una volta pronti mettete da parte.
Nella stessa padella versate un altro cucchiaio di olio, rimettete la padella su fuoco basso e fate tostare la curcuma, il cumino, il peperoncino e il pepe per un paio di minuti. A questo punto aggiungete due cucchiai di acqua, il succo di limone, il riso, gli asparagi e fate saltare tutto insieme per circa due minuti.
Servite caldo e buone spezie!

*La ricetta per il riso alla curcuma e limone è liberamente ispirata a quella di Vegan Richa.

IMG_7106

Ah, il caro buon vecchio Bojack Horseman. Serie Animata targata Netflix, BoJack Horseman racconta la storia di BoJack, una star della televisione anni ’90, la cui vita è  sconclusionata e senza senso. È una serie davvero bellissima: matura, divertente, dissacrante e soprattutto incredibilmente reale e realistica, che colpisce dove fa più male.
La parte musicale è varia, ma una canzone che mi è rimasta più che impressa è “Sea of Dreams” di Oberhofer, tratta dall’album Chronovision.
Sea of dreams” si può ascoltare alla fine del quarto episodio della terza stagione (la più bella, fino ad ora), ed è una canzone malinconica e commovente, perfetta per l’atmosfera del cartone.

Riso basmati con tofu e mandorle.

Nell’ultimo mese mi è salita una scimmia incredibile per il riso basmati: lo mangerei a pranzo e a cena tutti i giorni, se potessi. Non riesco a controllarmi, ogni volta che mi chiedo cosa mangerò il riso basmati è la prima risposta che viene in mente. È così che è nata la ricetta che state per leggere: il riso basmati con il tofu e le mandorle è un piatto delicato e alla portata di tutti con pochi ingredienti in una combinazione che funziona senza se e senza ma.
La simil marinatura che regala un bel colore dorato è composta da della semplice salsa di soia e dalla pasta thai curry, un condimento speziato a base di zenzero e curry (più qualche altro ingrediente) che regala ai piatti in cui si mette un favoloso aroma fresco e stuzzicante.

Insomma, questo piatto di riso e tofu non solo si prepara in una manciata di minuti, ma è anche economico, gustoso, orientaleggiante e molto soddisfacente. Se ne avete la possibilità fate come me e godetevelo mangiando all’aperto: avrà un sapore ancora migliore ed entrerà di diritto nel vostro ricettario estivo.

IMG_3226

Ciao, sono il tuo amico cubettone di tofu.

Ingredienti per una persona:
– 100 grammi di tofu;
– 60 grammi di riso basmati;
– Un cucchiaio di olio di cocco;
– Una decina di mandorle;
– 1 cucchiaino di pasta thai curry;
– 3 cucchiaini di salsa di soia;
– Acqua q.b.;
– Sesamo nero (opzionale);
– Peperoncino (opzionale)

Mettete a cuocere il riso basmati secondo le indicazioni riportate sulla confezione.
Tagliate a cubetti il tofu, mettetelo a rosolare in una padella con l’olio di cocco caldo. Di tanto in tanto fatelo saltare per far imbiondire tutti i lati dei cubetti.
A parte, unite la salsa di soia e la pasta thai curry, mescolate fino a farlo sciogliere e aggiungete acqua per diluire. Non ne serve molta, direi 20 o 30 ml, a seconda di quanto è concentrata la salsa di soia che usato.
Fate saltare ancora i cubetti di tofu e poi con un cucchiaino versate la “marinatura” di salsa di soia usandone poco più di metà. Mescolate, versate in padella le mandorle intere,  aggiungete altra marinatura e continuate la cottura. A questo punto il tofu e le mandorle avranno preso un bel colore caramellato.
Scolate il riso basmati, mettetelo in padella con il tofu e versate la rimanente marinatura. Alzate il fuoco e mescolate per far amalgamare i sapori, infine servite con il sesamo e il peperoncino. Consiglio di accompagnare a questo piatto della verdura cruda.

IMG_3229-2

Ciao estate, ciao voglia di viaggiare con i finestrini abbassati, ciao buon umore che colpisce improvvisamente. In questo periodo stanno venendo alla luce tante canzoni particolarmente allegre e leggere, e fra queste la fa da padrona “Shine” di Ben Harper & The Innocent Criminals. 

Ben Harper ha fatto uscire da pochissimo il suo ultimo lavoro di studio Call it what it is – che ascolterò prestittimo – e questo pezzo è decisamente da sculettamento estivo.
Se vi serve un’infusione di buon umore e sorrisi, allora la melodia vi catturerà completamente.

Risotto speciale ai funghi e zucchine.

Mi trovo spesso a dover inventare piatti con i pochi ingredienti che albergano nel mio frigo, soprattutto quando magari mi avanzano da altre ricette.
Avevo il burro di cacao che girava per i ripiani da un po’ e per non sprecarlo mi sono imposta di usarlo. Mettere un elemento dal sentore così cioccolatoso in un piatto salato è stato un vero salto nel vuoto. Usando le papille gustative mentali, ovvero quando immagino che sapore avrà un piatto in base agli ingredienti, ho pensato che il richiamo terroso del burro di cacao sarebbe stato benissimo con i funghi, mentre le zucchine avrebbero dato una vaga dolcezza.
Sul riso che ho usato poi dovrei aprire un capitolo a parte ma è andata più o meno così: ero a casa di una mia amica che mi aveva assicurato di avere il riso, apre la dispensa e tira fuori il riso basmati.
IL RISO BASMATI??? Ebbenesì, la mia amica fa i risotti con il riso basmati e vengono buonissimi. Riso basmati, funghi porcini secchi, zucchine, burro di cacao per mantecare e il risotto dai forti sapori di terra è pronto per stupirvi.

Ingredienti per 2 persone – piatto unico:
– 3 manciate e 1/2 di riso basmati;
– 2 zucchine medie;
– 1 confezione di porcini secchi;
– 1 scalogno piccolo;
– Acqua bollente o brodo vegetale q.b.;
– Burro di cacao q.b.;
– 1 goccio di Martini bianco o vino bianco (per sfumare);
– Timo q.b.;
– Zenzero in polvere q.b.;
– Sale e pepe q.b.;
– Qualche foglia di prezzemolo o menta;
– Olio extravergine di oliva q.b.

Lavate i funghi secchi e metteteli a rinvenire in acqua calda, seguendo le istruzioni riportate sulla confezione. Quelli che ho usato sono rimasti in acqua per 20 minuti.
Nel frattempo mettete una pentola di acqua a bollire.
Affettate lo scalogno molto sottilmente, poi lavate e tagliate le zucchine in pezzetti piccoli.
In una pentola abbastanza capiente (o una padella grande grande) fate scaldare due cucchiai di olio extravergine e mettete le zucchine e lo scalogno a soffriggere. Le zucchine inizieranno a rilasciare un pochino di acqua.
Scolate i funghi, sciacquateli ancora una volta, strizzateli e tagliateli a pezzetti.
Aggiungete i funghi alla pentola e continuate a girare. Una volta che l’acqua delle zucchine e dei funghi si sarà asciugata, versate il martini bianco (o il vino bianco) per sfumare. Non mettetene troppo, giusto un goccio.
Sfumato l’alcol buttate in pentola il riso e fatelo tostare, aggiungendo dopo poco l’acqua bollente una mestolata per volta. Aggiungete anche le spezie nelle quantità che preferite.
Lasciate cuocere rigirando spesso e aggiungendo acqua quando necessario fino alla completa cottura del riso.
Mantecate infine con un cubetto di burro di cacao, facendo attenzione a farlo sciogliere completamente. Per la quantità andate a occhio.
Servite condendo ancora con un filo di olio, il prezzemolo (o la menta) tritato e se proprio volete esagerare con una manciata di nocciole tostate e tritate grossolanamente.

 

La foto, come potete vedere, è presa dal mio account di instagram. Non avevo con me la macchina fotografica e questo è il meglio che ho potuto fare. Nonostante la foto orrorifica, il risotto è riuscito divinamente.

Ad accompagnare la forte connessione con la terra (e l’autunno) di questa ricetta, vi porto nel meraviglioso mondo di Matt Corby.
Matt Corby è un cantautore Australiano, scoperto grazie al talent X Factor di qualche anno fa. Non ricordo se ne sia uscito vincitore, ma la cosa bella è che dopo essere diventato popolarissimo si è ritirato dalle scene per lavorare alla sua musica e al suo materiale personale, diventando così un grande artista dalla grande voce (che già aveva) e un musicista sublime.
Questa bellissima Made Of Stone – che vi farà innamorare al primo ascolto – è uno dei risultati di quella chiusura verso il mondo e della successiva riapertura come artista completo e maturo.

I’m carrying my heart but it’s made of stone
I’m carrying my heart but my heart is made of stone