Cous cous con verdure.

Il cous cous è il piatto classico nel mio immaginario estivo. È un’ottima insalata fredda che può essere facilmente condita con qualunque cosa e portata ovunque.
Siccome mi aspettano lunghe giornate al fiume a prendere il sole (che fatica!), ho deciso che questo piatto sarà la portata principale. Il cous cous costa poco e pur preparandolo in abbondanza non viene mai avanzato.
Un must da divorare fra un bagno nell’acqua fresca e l’altro.

Ingredienti per almeno due persone:
– 200 grammi di cous cous;
– 2 carote medie;
– 2 zucchine;
– 1 peperone rosso grande;
– 2 pomodori grandi o una manciata di pomodorini;
– Timo q.b.;
– Una manciata di olive verdi denocciolate;
– Uno o due cucchiai di semi di sesamo;
– Sale q.b.;
– Olio extravergine q.b.;
– Pepe o peperoncino (se gradito).

Tagliate a cubetti (o pezzetti piccoli) le verdure e fatele saltare in padella, con un cucchiaio di olio, finché la zucchina non risulterà morbida ma ancora croccante. Durante la cottura aggiungete sale, pepe, semi di sesamo e timo. Amalgamate e mettete da parte a raffreddare.
Seguite le istruzioni per preparare il cous cous, e a fine cottura sgranate i grani con una forchetta.
Unite il cous cous alle verdure, aggiungete ancora un filo d’olio, le olive scolate e tagliate a metà e del timo. Mescolate per bene e lasciate in frigo a riposare.
Preparate questo piatto il prima possibile, più riposerà in frigo più i sapori si amalgameranno meglio. Potete sostituire il timo con qualunque spezia o aroma voi vogliate.

Mi ero ripromessa di fotografare il piatto finito ma fra una cosa e l’altra non ci sono proprio riuscita. Era coloratissimo e molto invitante, dovrete fidarvi della mia parola per questo.
Ora concentriamoci sulla musica, non potevo non mettervi qui un pezzone degli AC/DC, “Let there be rock”, soprattutto dopo il mega concertone ad Imola di qualche giorno fa. Purtroppo non ci sono andata, ma gli amici mi hanno raccontato che è stato spettacolare, sia per la presenza di oltre 90000 persone, sia per la loro carica che non si estingue mai.
In questa performance del ’78 danno tutto quello che c’è da dare. AC/DC infiniti!

Ricette per grigliate e scampagnate #3

Eccoci dunque alla terza ed ultima ricetta ideale per le scampagnate e grigliate in compagnia.
Non c’è picnic che si rispetti senza un bel dolce, e cosa c’è di meglio che portarsi dietro dei comodi e meravigliosi muffin ai mirtilli?
Ormai lo avrete capito, i muffin non mi stancano mai!
(Ricetta liberamente ispirata al libro di Sugarless)

 

Ingredienti per una decina di muffin:
– 180 grammi di farina di riso;
– 220 ml di latte di riso;
– 30 grammi di farina di mandorle;
– 130 grammi di zucchero di canna;
– 50 ml di olio di semi;
– 1 cucchiaino di cremor tartaro;
– 1 cucchiaino di bicarbonato;
– 1 cucchiaino di succo di limone;
– 1 cucchiaino di vaniglia;
– Almeno 120 grammi di mirtilli tagliati a pezzetti.

Preriscaldare il forno a 180 gradi.
Unire tutti gli ingredienti secchi in una ciotola capiente, poi aggiungo il latte e l’olio di semi mescolando con una frusta ed eliminando tutti i grumi.
Aggiungere il succo di limone, la vaniglia, i mirtilli e amalgamare il tutto.
Riempire i pirottini da muffin per 3/4 o poco più.
Cuocere per 25 minuti, facendo la prova dello stuzzicadenti alla fine. Tenete conto che i mirtilli si cuoceranno e lasceranno l’impasto leggermente umido ma super delizioso.
Un consiglio che mi sento di dare è questo: più mirtilli usate meglio è, in modo da avere un risultato finale molto marmellatoso.

Muffin ai mirtilli

Per accompagnare questa ricetta vi lascio un bellissimo pezzo nordeuropeo: “What else is there?” dei Royksopp. Il colore di questi muffin riprende perfettamente le atmosfere del video capolavoro per il singolo della band norvegese.

Fun fact: la protagonista del video non è la cantante, ma una modella norvegese. La vocalist, Karin Dreijer Andersson (già cantante del duo elettronico The Knife), compare circa al secondo minuto del video mentre mangia da sola ad una tavola imbandita a festa.