Recensione: Polpettine mandorella e miglio by Fattoria della Mandorla

La Fattoria della Mandorla, dopo aver donato al mondo la Mandorella nelle sue diverse declinazioni (compresa anche la versione sott’olio che è una vera chicca), ha iniziato la produzione di altri alimenti a base del pregiato formaggio di mandorla, come per esempio le polpettine di mandorella e miglio.

 

Burger - L - 02

Foto del packaging presa da qui.

Gli ingredienti delle polpettine mandorella e miglio sono: Mandorella, olio di girasole, succo di limone, olio extravergine di oliva, olio di mandorla, aceto di mele, salgemma, addensanti: agar agar, patate lesse, zucchine, miglio, cipolla, farina di mais Fioretto, fiocchi di patate, succo di limone, lievito alimentare in scaglie, salgemma, prezzemolo essiccato, pepe nero, aglio.

Le polpettine possono essere preparate sia in padella che in forno, e per questa recensione ho scelto il primo metodo. Ho usato una pentola antiaderente e un goccio di olio e le ho lasciate cuocere tre minuti per lato circa, facendole saltare ogni tanto per dare una cottura più uniforme.
Il sapore è molto delicato e sinceramente le ho apprezzate di più una volta fredde. Appena pronte non avevano molto gusto, ma qualche minuto dopo la mandorella è saltata fuori ben abbracciata dagli altri ingredienti e le polpette hanno avuto la loro giusta fine: divorate felicemente.

Questo prodotto è completamente senza glutine, senza frumento e senza soia.

Le polpettine alla mandorella e miglio sono un ottimo antipasto, possono essere usate in un buffet improvvisato oppure per un pasto leggero. La confezione indica che i 165 grammi bastano per due persone, ma sinceramente sono due porzioni un po’ misere, mentre come piatto principale per una persona sola sono più che soddisfacenti (insieme a della verdura di accompagnamento, ovviamente).

In conclusione, La Fattoria della Mandorla sperimenta e lo fa bene, riuscendo a creare un prodotto buono, di semplice preparazione e dal sapore delicato ma non deludente.
Brava Fattoria della Mandorla!

Recensione: Mandorella al timo sott’olio by Fattoria della Mandorla

Della Mandorella ho già parlato in una delle prime recensioni del blog, che potete trovare qui.
Riassumendo, la Mandorella è un formaggio vegetale a base di mandorle, si può inserire nella categoria dei formaggi freschi e l’azienda che lo produce, la Fattoria della Mandorla, lo ha inizialmente declinato in quattro gusti: al naturale, al timo, alla curcuma e al peperoncino.

Recentemente è arrivata sul mercato la versione sott’olio di questo formaggio; io l’ho trovata al NaturaSì.

mandorella-olio-timo

Gli ingredienti della Mandorella al timo sott’olio sono: acqua, farina di mandorle pelate, olio extravergine di oliva, olio di girasole, farina di riso, fecola di patate, succo di limone, brodo vegetale (contiene sedano), timo, agar agar, sale, nigari.

Come alternativa alla Mandorella classica, quella sott’olio ha un sapore più forte, più acidulo, con una forte impronta di mandorle. Mi è piaciuto moltissimo da stuzzicare come aperitivo, spalmato su un pochino di pane tostato.
È un formaggio a pasta soda, quindi non si sbriciola quando viene tagliato e credo che possa facilmente sostituire la feta nell’insalata greca, per esempio.

Un’amica mi ha anche consigliato di consigliarlo (scusate il gioco di parole) come farcitura per dei gustosi panini.
Insomma, in qualunque modo vogliate consumare la Mandorella sott’olio, non potete sicuramente sbagliare.

Complimenti alla Fattoria della Mandorla per aver creato una nuova e gustosa variante per questo formaggio delizioso.

Recensione: Mandorella, formaggio vegetale di mandorla.

Scrivo questa recensione di getto, subito dopo aver consumato avidamente il formaggio di mandorla Mandorella.
L’ho trovato da Naturasì e ho dovuto, ho dovuto, HO DOVUTO comprarlo. Sono appassionata di mandorle da sempre, voi non capite quanto sia una ossessione..

Il formaggio vegetale è prodotto dall’azienda Fattoria della Mandorla, che sul proprio sito si presenta così: “Fattoria della Mandorla è un’azienda agroalimentare “a ciclo completo” che si occupa della coltivazione e trasformazione della Mandorla di Toritto, nonchè della produzione e commercializzazione di prodotti tipici salutistici e biologici. L’azienda sorge sul primo gradino del Parco Nazionale dell’Alta Murgia. E’ diretta dai coniugi Gerardo Latrofa e Isabella Devito e rispetta la tradizione agricola di famiglia da quattro generazioni. Fattoria della Mandorla possiede un attrezzato laboratorio per la produzione di alimenti di alta qualità, salutistici e biologici, certificati ICEA(Istituto per la Certficazione Etica e Ambientale) e Vegan OK.”

Biologico, italiano, vegano. Cosa possiamo volere di più?

Mandorella

Packaging Mandorella

Partiamo da un presupposto: vi devono piacere le mandorle. Infatti è quello il sapore che subito si avverte, seguito da una piacevolissima e leggera acidulità. Ora, quella che ho divorat…ehm… gustato oggi è la versione al naturale, ma sfogliando il sito se ne possono trovare (e acquistare) anche alla curcuma, al peperoncino e al timo. Senza saperlo ho anche io cosparso di peperoncino il formaggio ed è un abbinamento che spacca.

La Mandorella si può spalmare tranquillamente, è infatti un formaggio morbido e fresco e soprattutto (cosa non da poco) è leggera e non si pianta nello stomaco.
Mi è capitato in passato di mangiare formaggi vegani pesantissimi e indigeribili, e avevo paura che succedesse anche con questo: invece no. Questo è un formaggio delicatissimo.

Credo che lo proverò nella pasta, ma anche sulle bruschette insieme ai pomodorini; e magari chissà, dentro ad un tortino con la zucca. Gli abbinamenti che mi vengono in mente da provare sono tantissimi, ma anche così, al naturale è un formaggio perfetto. 

Consiglio di andare a buttare un occhio sul sito, poiché i prodotti di questa azienda “a base mandorle” sono tantissimi, credo quasi tutti (se non tutti) vegani e acquistabili online, previa iscrizione. Fattoria della Mandorla, grazie!