Lasagne alle verdure.

Se c’è un gesto che ho sempre trovato incredibilmente altruistico, è quello di regalare l’ultima fetta di qualcosa.
Ricordo con piacere una scena di Grey’s Anatomy, nella quale Meredith diceva al suo amato Derek di scegliere lei perchè lo amava così tanto che (fra le altre cose) gli avrebbe lasciato l’ultima fetta di torta.
Ecco, per me vale la stessa cosa: lasciare l’ultimo pezzo di qualcosa è sintomo di un affetto profondo o un legame che si sta creando e che voglio nutrire (simbolicamente e non).

IMG_3539

E allora vi regalo l’ultima fetta delle lasagne alle verdure che sono state il pranzo della domenica insieme a mio fratello. Lo so, con 34° di media sono stata pazza ad accendere il forno, ma alle lasagne non si comanda e chi sono io per dire di no alla cremosità della besciamella fatta con il latte di mandorla? Chi sono io per rifiutare il dolce abbraccio di un sugo fatto in casa con pazienza e tante verdure?

Una manciata di ingredienti di stagione per creare un piatto che a me non stufa mai e che potrei mangiare tutti i giorni a pranzo e cena senza lamentarmi. Una manciata di ingredienti per regalarvi la certezza di una ricetta da preparare e condividere, per poter donare al questo pazzo, pazzo mondo un po’ di bontà. Quella sì che non fa mai male.

IMG_3564

Ingredienti:
– 1 carota grande tagliata a cubetti o fettine;
– 1 cipolla rossa tagliata sottilmente e tritata;
– 1 spicchio di aglio tritato;
– 1/2 melanzana grande tagliata a cubetti;
– 2 zucchine grandi tagliate a cubetti;
– 400 grammi di polpa di pomodoro;
– 2 cucchiaini di concentrato di pomodoro;
– 200 grammi di piselli surgelati;
– 2 pizzichi di zucchero (se necessario);
– 6 (o più, se necessario) fogli di lasagna di mais (o normale)
– Olio extravergine di oliva q.b.;
– Sale e pepe q.b.;
– Rosmarino q.b.
– Farina di mandorle q.b.

Per la besciamella:
– 500 ml di latte di mandorla al naturale;
– 35 grammi di olio extravergine di oliva;
– 35 grammi di farina senza glutine (io ho usato la mix it di Schar)
– Sale q.b.;
– Noce moscata (opzionale)

Cuocete i piselli senza salarli seguendo le istruzioni della confezione e mettete da parte.
Iniziate preparando il sugo: in una pentola capiente versate 2 cucchiai di olio extravergine di oliva e mettete sul fuoco. Quando l’olio inizia a scaldarsi unite la carota, la cipolla, un pizzico di sale e l’aglio. Aggiungete un dito d’acqua, coprite e lasciate cuocere fino per qualche minuto, fino a quanto la cipolla sarà diventata trasparente e morbida (circa 3 o 4 minuti, a seconda della potenza della vostra fiamma).
Versate ora i cubetti di melanzana, salate ancora, coprite e lasciate cuocere a fiamma media per altri 5 minuti, girando di tanto in tanto e aggiungendo acqua se necessario. Appena la melanzana cambia colore, versate le zucchine e di nuovo salate leggermente – sempre un pizzico alla volta – coprite e lasciate cuocere al massimo per 5 minuti, girando di tanto in tanto. Versate la polpa di pomodoro, il concentrato di pomodoro sciolto in 3 cucchiai di acqua, il sale, lo zucchero, il pepe, il rosmarino e i piselli, mescolando e amalgamando il tutto. Lasciate cuocere a fuoco medio basso per almeno 10 o 15 minuti, girando spesso e controllando che il sugo non si asciughi troppo. Una volta pronto mettetelo da parte.
Accendete il forno a 190°.

Preparate ora la besciamella: in una pentola capiente versate l’olio e la farina un po’ alla volta, mescolando con una frusta. Accendete il fuoco tenendolo basso e continuate a lavorare con la frusta per evitare che si formino grumi, fino a quando il composto di farina e olio avrà cambiato tonalità di colore. A questo punto versate a filo tutto il latte di mandorla continuando a girare energicamente, aggiungete anche il sale e la noce moscata (se vi piace). Alzate il fuoco a medio, continuate a mescolare e raggiungete il grado di densità che preferite. Se dovesse risultare troppo densa aggiungete altro latte di mandorla.

Se dovete sbollentare la pasta per le lasagne fatelo ora (o fatevi aiutare mentre vi occupate della besciamella), in ogni caso è giunto il momento di assemblare la lasagna. Oliate leggermente una teglia delle giuste dimensioni, cospargete il fondo con un po’ di sugo e ponete sopra il primo strato di pasta. Sopra la pasta versate altro sugo, poi la besciamella, poi una generosa cucchiaiata di farina di mandorle e poi di nuovo pasta, sugo, besciamella e così via fino a quando avrete finito gli ingredienti. Sopra l’ultimo strato di besciamella versate della farina di mandorle e poi un filo di olio, per creare quell’effetto bruciacchiato che piace tanto. Infornate ora per 35 minuti (o per il tempo indicato sulla confezione delle lasagne) a forno statico, concludendo la cottura con altri 5 minuti di grill.
Servite subito e godetevi questa delizia.

 

IMG_3525

Ho passato le giornate di sabato e domenica ad ascoltare una scatola di 45 giri di mia madre che abbiamo trovato in casa: dentro c’era di tutto, dai Rolling Stones passando per Patti Pravo e poi ancora i Turtles, qualche gruppo italiano a me sconosciuto e altri nomi incredibili. Per il compleanno ho ricevuto in regalo un giradischi, e regalo non poteva essere più perfetto per questo periodo della mia vita. Voglio condividere la gioia di ascoltare la musica con le persone che amo, per goderne insieme e ridendo dirci che il suono del vinile è più caldo. Happy Together. 

 

Recensione: Lasagne con ragù di verdure e Strachicco by Verys

Difficilmente mi arrendo quando ho una missione in testa, e questa volta ero decisa a trovare una lasagna pronta per i momenti di pigrizia estrema (ovvero il weekend). Dopo aver provato la gigantesca delusione della lasagna vegetale ViviVerde Coop, ho incontrato sul mio cammino l’azienda Verys, una azienda italiana che ha come mission la produzione di cibi 100% vegetali.
A dire il vero avevo già provato la loro mozzarisella (Chicca) e il loro stracchino di riso (lo Strachicco), e un paio di tipi di ravioli, ma quando ho visto che esisteva la lasagna a base di ragù di verdure ho capito che avrei dovuto testarlo.

Ingredienti: Besciamella: (BioSurice > acqua, riso integrale germogliato 20,8%, sale, aceto di mele), olio di cocco spremuto a freddo, farina di grano Kamut, sale iodato, noce moscata.
Ragù di verdure 36%: polpa di pomodoro, zucchine, carote, cipolla, olio extra vergine di oliva, sale iodato, pepe.
Strachicco 12%: (BioSurice 48% > acqua, riso integrale germogliato 20,8%, sale, aceto di mele), acqua, olio di cocco spremuto a freddo, sciroppo di riso, succo di limone.
Addensanti: agar-agar, gomma arabica, gomma di xanthan, farina di semi di carruba, aroma naturale.
Sfoglia: Semola di grano, acqua, spolverato con farina di riso. 

Foto presa sa

Foto presa dal sito ufficiale Verys.

La pagina del sito ufficiale recita:

Il sito ufficiale recita: “Le lasagne vegan con ragù di verdure sono un perfetto piatto pronto per i vostri pranzi veloci o per le vostre cene con gli amici. Sono nutrienti, il loro gusto ricorda la tradizione, sono leggere, facili da digerire e soprattutto prive di derivati animaliLe sottili sfoglie di pasta sono assolutamente senza uova, sono preparate da un’azienda che usa metodi artigianali usando farine macinate a pietra.
Il pomodoro del ripieno è certificato di origine italiana e la buonissima besciamella che la caratterizza è realizzata per il 50% con lo Strachicco che le dona cremosità e un gusto unico.

Non avrei saputo dirlo meglio, queste lasagne sono una vera esplosione di sapori. Partiamo dal fatto che, una volta scaldate in forno, vi sembrerà di tornare ai pranzi della domenica in famiglia, quelli di quando eravate bambini e le vostre nonne vi preparavano la pasta al forno. Come la sapevano fare loro, nessuno mai. E questo piatto pronto arriva vicinissimo ad eguagliare quella bontà, a partire dal profumo che invaderà la vostra cucina.

Io ve lo giuro, dopo un solo boccone sono stata catapultata nell’olimpo dei sapori: lo strachicco rende la besciamella gustosissima, non si sente sapore di farina nè di altro, solo bontà formaggiosa. Il ragù di verdure è ricco e saporito; soprattutto non ha quel fastidio sapore di “cartone” caratteristico di molti sughi a base di soia o di seitan. A tal proposito, esiste anche la versione con ragù di seitan, ma ho preferito non prenderla perchè penso che preparare un ragù di verdure sia la vera “prova del nove” per prodotti di questo tipo.
Anche una mia amica onnivora l’ha assaggiata e ne è rimasta colpita, tanto che vuole già fare la scorta!
Ho solo due appunti a riguardo: spero che arrivi presto la versione senza grano e senza glutine, e poi il tempo di cottura in forno è leggermente superiore agli 8 minuti. Diciamo che 12 minuti dovrebbero fare la magia alla perfezione, ma dipende dal vostro forno.

Le lasagne con ragù di verdure e Strachicco Verys sono state una scoperta fenomenale che mi salverà dai momenti di piattume creativo.
Brava Verys, punteggio massimo per  questa azienda fenomenale!

Capodanno con lasagne ai funghi.

L’ultimo dell’anno è passato, sono uscita indenne da non una ma ben due cene con gli amici ed è tempo di fare un piccolo bilancio. Ma piccolo eh.
Il 2014 mi ha vista riprendermi fisicamente dopo una grossa fatica chirurgica, mentalmente grazie anche all’aiuto di professionisti e spiritualmente perché ho – finalmente – capito che certe situazioni, sentimenti e persone vanno semplicemente lasciati dove devono stare: nel passato. 
Diciamo che arrivare a questa consapevolezza mi ha aiutato molto ad alleggerirmi e a permettermi di non farmi promesse per questo 2015. Voglio continuare così, come sto facendo ora: impegnandomi nelle piccole cose, rispettandomi ma soprattutto cercando di tenere la paura ben lontana da me.

Detto questo che posso dire del 31 dicembre? Buoni amici, ottimo vino, abbondanza (senza sprechi), abbracci, il freddo sul balcone, chiamate notturne, giocare a fare la lotta, parlare di cibo, qualche ricordo sbiadito (ottimo vino l’ho già detto, vero?) ed infine i saluti alle 5 del mattino. Dire che questo è il riassunto perfetto di quella serata.

Per festeggiare degnamente la fine dell’anno mi sono lanciata nella preparazione di una lasagna ai funghi facilissima e buonissima. Quando mangiavo la carne la lasagna era il mio piatto preferito in assoluto, e questa versione vegana non mi ha deluso per niente. Chi l’ha assaggiata ne ha sottolineato la delicatezza e non posso che esserne felicissima.
Le foto mancano perché… Ehm… Ho menzionato la presenza del buon vino, sì? Tanto lo sapete tutti come sono fatte delle lasagne, vero?

Ingredienti:
– 9 fogli di lasagna di mais (Io ho usato le Viva Mais);
– 600 ml di latte di soia;
– 40 grammi di farina;
– 500 grammi di funghi champignon;
– Noce moscata;
– Sale,
– 40 grammi di olio extravergine;
– Una carota tagliata a cubettini;
– Un porro tagliato a fette sottilissime;
– Qualche foglia di salvia fresca.

Pulite i funghi togliendo la parte terrosa e lavando accuratamente il resto. Tagliateli poi in pezzi piccoli.
Mettete a stufare in una padella il porro e la carota finché non si saranno ammorbiditi, poi aggiungete i funghi e coprite dopo aver abbassato il fuoco. Lasciate cuocere, i funghi butteranno fuori acqua e si ammorbidiranno. Nel frattempo sminuzzate la salvia.
Dopo 10 o 15 minuti girate i funghi, aggiungete la salvia ed il sale, amalgamate e lasciate cuocere ancora. I funghi non dovranno essere stracotti, ma neanche troppo crudi. Diciamo che il momento in cui l’acqua inizia a evaporare è un buon punto di riferimento. Lasciatela andare tutta e poi spegnete il fuoco.
In una pentola con il fondo spesso fate tostare la farina e poi aggiungete l’olio poco per volta girando energicamente con una frusta. Amalgamate a fuoco dolce e infine versate il latte di soia continuando a girare. I grumi, se si dovessero formare, andranno via tranquillamente. Aggiungete il sale e la noce moscata a piacimento e girate con la frusta fino a portare a bollore. A questo punto cuocete fino alla densità desiderata.
La lasagna è quasi pronta, mancano pochissimi passaggi. 
Mettete a bollire dell’acqua leggermente salata dove andrete a sbollentare per 6 minuti i fogli di lasagna, vi conviene farne 3 alla volta.
Oliate leggermente la teglia da forno, spalmate un lieve strato di besciamella e posizionate i primi tre fogli. Ricopriteli con un bello strato di funghi, uno di besciamella e così via fino a comporre la lasagna. Ultimate con uno strato di besciamella e infornate a forno preriscaldato a 180 gradi.
Vi consiglio la cottura in forno ventilato all’inizio e verso la fine a forno statico, in modo da dorare anche la parte sopra.
Per il tempo di cottura credo di aver raggiunto i 35/40 minuti.
Se volete potete aggiungere alla fine del formaggio non caseario o del lievito alimentare in scaglie. Per me era perfetta così.

Ho passato il primo gennaio a sfogliare libri di cucina trovati in casa e ad ascoltare musica. Che dire, è stato un giorno rilassante e molto istruttivo. Una delle canzoni che mi è passata più volte in playlist è stata questa: “An end has a start” degli Editors. Che dire, ci voleva proprio una botta di energia dopo una serata come quella del 31!
Spero che la stessa energia possa contagiarvi e aiutarvi ad iniziare al meglio il vostro anno.