Farinata con crema di piselli e rosmarino.

Ogni volta che inforno una teglia di farinata, ringrazio la bellissima Genova per aver dato i natali a questo miracolo della cucina italiana. Mi stupisco sempre di come questa semplice rotondità sia composta solo di 4 ingredienti e di come il suo sapore sia così confortante e deciso.

IMG_7467

Di solito la mangio al naturale, oppure con il pepe o il rosmarino ma questa volta ho deciso di pensare alla farinata come alla base per costruire una combinazione magica e così è stato: la crema di piselli al rosmarino si è rivelata essere la scelta giusta.
Avrei potuto arricchire il piatto ricoprendo la crema di piselli con i pomodorini (freschi o i moonblush della mitica Nigella preparati qualche ricetta fa), anzi vi consiglio proprio di aggiungerci pomodorini, ma questa farinata ricoperta è una bomba: proteico, sfizioso, veloce ed è a prova di capricciosi. Non me ne vogliano i genovesi e i liguri in generale, con il cibo bisogna giocare altrimenti ci si prende troppo sul serio e non ha senso.

Anche questa volta ha vinto la farinata a mani basse. Naturale, ricoperta, spalmata, mangiata con le mani o appena con la punta delle dita, lasciata raffreddare o divorata bollente, accompagnata da una birra ghiacciata o da della semplice acqua, la farinata vince sempre e ogni morso avvicina al mare, ogni morso è l’esperienza di un picnic in spiaggia un caldo giorno di primavera, con la sabbia che si infila un po’ ovunque e la felicità dei momenti semplici e di quel profumo che sono la vita a Genova ha. Farinata + Genova: provare per credere.

IMG_7415

Waka waka waka!


Ingredienti:

– Piselli cotti
– Rosmarino o menta;
– 1/2 cipolla rossa
– Limone
– Sale
– Olio
– Farina di mandorle (facoltativa)
– Farina di ceci
– Acqua

Il procedimento per la farinata lo trovate qui. Ricordatevi solo questa regola: una parte di farina di ceci e tre di acqua e tante ore di riposo per l’impasto – non meno di 4 e possibilmente più di 10.
Cuocete i piselli e metteli da parte.
In una padella fate rosolare dolcemente la cipolla rossa tagliata sottile insieme al rosmarino; quando sarà diventata trasparente aggiungete i piselli, salate e cuocete ancora per un paio di minuti.
Fate raffreddare, versate in un mixer, aggiungete ancora rosmarino, un cucchiaino di farina di mandorle, pepe e olio extravergine di oliva. Frullate fino ad ottenere una crema morbida e spumosa.
Quando la farinata è pronta spostatela su piatto, spalmate la quantità di crema di piselli che desiderate, aggiungete un pizzico di peperoncino o della paprika.

IMG_7394

L’album del mese di maggio (che trovate alla vostra destra scrollando un pochino) è “Pleasure” di Feist. Grande ritorno sulla scena di una delle mie cantautrici preferite.
Questo disco è molto crudo e semplice e mi piace da morire. Ha una sonorità anni ’90 in alcune parti, con una somiglianza ad una giovane PJ Harvey.
Insomma, un album forte, pazzesco, con una personalità ben determinata e determinante.
Grazie Feist per questo piccolo capolavoro, appena sarà disponibile la canzone che preferisco in assoluto la posterò con qualche ricetta, nel frattempo ecco la title track. Enjoy!

Zucchine allo zafferano e timo.

Una ricetta veloce per quelle domeniche pigre in cui si ha solo voglia di ordinare da asporto. Basta una cottura di pochi minuti, in tutto forse 10 (dipende dal come vi piacciono le zucchine, se croccanti o più morbide).
Vi servono solo una manciata di zucchine, una bustina di zafferano, una presa di timo e la ricetta si fa praticamente da sola.
Pronti?

Ingredienti per una persona:
– 4 zucchine medie;
– 1 spicchio di aglio sbucciato;
– Un pizzico di sale;
– 1 bustina di zafferano;
– Acqua calda q.b. (veramente poca eh)
– Olio extravergine di oliva q.b.;
– Timo q.b.

Lavate e tagliate le zucchine a listarelle.
Mettete sul fuoco a fiamma media una padella abbastanza grande con un goccio di olio e l’aglio sbucciato. Quando l’aglio inizierà a friggere leggermente buttate in padella le zucchine.
Salate, mescolate e coprite con un coperchio.
Nel frattempo sciogliete lo zafferano nell’acqua calda. Ne basta veramente poca, anche solo un dito di acqua.
Dopo 5 minuti controllate le zucchine e aggiungete l’acqua allo zafferano, mescolate ancora con attenzione e coprite.
Dopo pochi minuti aggiungete il timo, mescolate ancora e controllate il grado di cottura delle zucchine. A me piacciono croccantelle, quindi a questo punto ho fatto asciugare il poco liquido che c’era e le ho impiattate. Se le preferite più morbide fatele cuocere ancora qualche minuto.

Zucchine allo zafferano

Mentre cucinavo le zucchine, nell’aria della mia cucina volava leggera Feist, nome d’arte di Leslie Feist. È una cantautrice canadese che seguo praticamente da sempre. Il suo è un pop di classe che riempie le orecchie e il cuore, una musica dalla classe elevatissima.
Godetevi questa “Amourissima” di immensa bellezza.

Drowning out the sound while all our thoughts come to crowd
Closing off the stream in hopes we both stay dry
But feeling makes I through within the rush of you