Riso alla curcuma e limone con asparagi

Mi sono fatta prendere la mano da quest’aria da primavera e ho comprato i primi asparagi, scegliendoli accuratamente belli ciccioni e polposi.
Ho cercato una ricetta da preparare che avesse il colore della stagione che sta per arrivare, la vitalità del risveglio migliore e quel tocco di groove che non guasta: la scelta è ricaduta sul riso alla curcuma e limone, che anche senza asparagi è una grande bontà. Ovviamente si parla del profumatissimo riso basmati, il re per quel che riguarda l’abbinamento con spezie e condimenti vari.

IMG_7116

I colori di questa ricetta di origine indiana sono un vero e proprio invito a rimboccarsi le maniche, tirare fuori dalla dispensa le spezie e mettersi a cucinare. In tutto impiegherete (circa) 15 minuti, ottenendo un piatto piccante, allegro, soddisfacente e soprattutto versatile! In questo caso ho tagliato a fettine gli asparagi, ma potete usare il riso con qualunque altra verdura, oppure tofu e tempeh. A voi la scelta!

Ingredienti per una persona:
– 70  grammi di riso basmati;
– 5 asparagi tagliati a fettine;
– 1 cucchiaino di curcuma;
– Almeno 2 cucchiai di succo di limone;
– 1 cucchiaino di cumino;
– 2 cucchiai di olio extravergine, divisi;
– Sale e pepe q.b.;
– Peperoncino q.b.

Cuocete il riso seguendo le istruzioni della confezione e mettete da parte.
Pulite gli asparagi eliminando la parte bianca e pelando leggemernte il gambo, se necessario. Tagliateli a fettine sottili lasciando integre le teste; fateli saltare in padella con un cucchiaio di olio extravergine per circa 10 minuti a fuoco medio. Salate a piacere a metà cottura e una volta pronti mettete da parte.
Nella stessa padella versate un altro cucchiaio di olio, rimettete la padella su fuoco basso e fate tostare la curcuma, il cumino, il peperoncino e il pepe per un paio di minuti. A questo punto aggiungete due cucchiai di acqua, il succo di limone, il riso, gli asparagi e fate saltare tutto insieme per circa due minuti.
Servite caldo e buone spezie!

*La ricetta per il riso alla curcuma e limone è liberamente ispirata a quella di Vegan Richa.

IMG_7106

Ah, il caro buon vecchio Bojack Horseman. Serie Animata targata Netflix, BoJack Horseman racconta la storia di BoJack, una star della televisione anni ’90, la cui vita è  sconclusionata e senza senso. È una serie davvero bellissima: matura, divertente, dissacrante e soprattutto incredibilmente reale e realistica, che colpisce dove fa più male.
La parte musicale è varia, ma una canzone che mi è rimasta più che impressa è “Sea of Dreams” di Oberhofer, tratta dall’album Chronovision.
Sea of dreams” si può ascoltare alla fine del quarto episodio della terza stagione (la più bella, fino ad ora), ed è una canzone malinconica e commovente, perfetta per l’atmosfera del cartone.

Recensione: Burger di verdure agli asparagi by Cottintavola – Riverfrut

La primavera è arrivata e porta con sé la recensione di un prodotto nuovissimo: parliamo ancora dei burger di Cottintavola, perché anche questa volta stupiscono e ammaliano.
Siamo davanti a un prodotto decisamente di stagione, che più di stagione non si può: i burger di verdure agli asparagi.
(Purtroppo non ho una foto del packaging, ma appena ne trovo una la inserisco)

Gli Ingredienti sono: asparagi verdi, purea di asparago verde, fagiolini, piselli, farina di mais, sale, zucco di limone, cipolla, aglio, pepe bianco.

I burger sono morbidi e delicatissimi, con (ovviamente) il sapore di asparagi che la fa da padrone; insomma un alimento per chi ama in maniera spropositata le verdure di stagione e che ha voglia di mangiare un piatto sano senza rinunciare per niente al gusto.

I burger sono senza olio, senza glutine, senza frumento e senza soia, e possono essere gustati così, riscaldati n padella al forno o come preferite. In famiglia lo abbiamo provato scaldato in padella con un filo di olio extravergine, e in cottura hanno fatto una deliziosa crosticina croccante.
Consiglio di accompagnare il burger agli asparagi con delle patatine al forno, in padella o fritte: l’accoppiata patate + asparagi per me è sempre stata irresistibile e vi consiglio di provarla.

Cottintavola – Riverfrut sforna l’ennesimo successo di sapore e delicatezza, il tutto racchiuso in un buger che diventerà un must anche sulle vostre tavole.

Asparagi arrostiti all’aglio e limone.

Ebbenesì, sono ancora qua a buttare roba in forno sperando che venga buonissima.
La dipendenza da verdura arrostita si è ormai fatta quasi insopportabile e almeno una o due (anche tre o quattro) volte a settimana, devo infornare una teglia di verdura condita appena appena.

IMG_1521

Oggi è toccato a quello che era un mazzo di asparagi che languiva in frigo, e ho sfornato una meraviglia assoluta.
Probabilmente ho scoperto l’acqua calda, ma sono molto felice di averlo fatto.
Questa ricetta è facile, veloce e vi prenderà solo il tempo di lavare gli asparagi, disporli sulla teglia e condirli. Fine. Il resto lo fa il forno.
Gli asparagi arrostiti all’aglio e limone sono deliziosi, delicatissimi, con un aroma leggero di limone che si fonde perfettamente con quello dell’aglio.

Ingredienti:
– 1 mazzo di asparagi;
– Un cucchiaino di olio extravergine di oliva;
– Un pizzico di sale;
– Un cucchiaio di succo di limone;
– Un pizzico di aglio in polvere.

Preriscaldate il forno a 200°.
Eliminate la parte dura del gambo degli asparagi, lavateli accuratamente e disponeteli su una teglia coperta di carta da forno.
Conditeli, mescolate con le mani in modo da distribuire uniformemente il condimento e infornate per 20 minuti, o anche meno a seconda della grandezza degli asparagi. Nel mio caso era un mazzo di asparagi enoooormi, ma la ricetta va benissimo anche per quelli di dimensione più contenuta.
Servite caldi, accompagnati con del pane all’aglio.

IMG_1536

La primavera è arrivata, fra un po’ si adatterà anche il meteo. Nel frattempo si sono sicuramente sintonizzate le mie orecchie, che hanno voglia e bisogno di musica fresca e leggera per passare il tempo.
Niente di meglio che “Girls and boys” dei Blur, hit del 1994 che non perde mai ritmo o senso di novità. Ad ogni ascolto fa venire voglia di saltare qua e là  (forse grazie al geniale giro di basso), in cerca del prossimo flirt. Una canzone per fare l’occhiolino alla natura che si risveglia e al corpo che la segue a ruota.

Insalata di fave e asparagi.

A ottobre ho scritto una breve recensione di Veggiestan, il libro di ricette mediorientali scritto da Sally Butcher. Finalmente ho trovato il coraggio di iniziare a provare a cucinare qualcosa da quel meraviglioso tomo che ogni libreria di cucina che si rispetti dovrebbe avere. (A proposito, la bellissima recensione di Gikitchen l’avete letta, vero?)

Dopo aver individuato una ricetta facile, a prova di paramecio, mi sono buttata ai fornelli in occasione di una cena a casa di amici. Mentre in un pentolone cuoceva una meravigliosa vellutata di verdure (arriverà anche la ricetta di quella, non mi sfugge niente), io mi dilettavo nell’arte della preparazione di questa insalata di fave e asparagi.
Di per sé il procedimento non è per niente complicato, di diverso rispetto alla ricetta originale abbiamo semplicemente bollito le fave e gli asparagi invece di farli al vapore (per mancanza di attrezzatura), e abbiamo eliminato il cerfoglio per sostituirlo con il sempreverde prezzemolo, ma il resto è rimasto uguale.
Una volta cotte le verdure basta lasciarle intiepidire e poi affogarle in una sontuosa salsa a base di tahina e nella fedele accoppiata aglio-prezzemolo. Non fate come me, nella foto vedrete solo un pochino di tahina. No no no, queste verdure vanno affogate, immerse, ricoperte. Insomma: la tahina deve essere ovunque! (Come nella foto che ho fatto per instagram.)

Ingredienti per tre persone:
– 450 grammi di fave surgelate;
– 1 mazzetto di asparagi;
– 3 o 4 cucchiai abbondanti di tahina;
– Il succo di un limone;
– Prezzemolo a piacere;
– 1 spicchio e 1/2 di aglio;
– Olio extravergine di oliva q.b.;
– Sale q.b.;
– Pepe q.b.;
– 3 cucchiai di semi di sesamo.

Seguite le indicazioni sulla confezione delle vostre fave per avere una cottura ottimale. Una volta cotte mettetele da parte a raffreddare.
Lavate pelate leggermente e tagliate a tocchetti gli asparagi e fateli cuocere in acqua bollente leggermente salata per qualche minuto. Ce ne vogliono meno di 10, saranno pronti quando diventano teneri. Scolateli e uniteli alle fave.
In un pentolino tostate i semi di sesamo.
Tritate l’aglio e il prezzemolo e uniteli alle fave e agli asparagi.
Preparate la salsa allungando la tahina con l’acqua e mescolando. Unite poi il succo di limone, il sale e l’olio e continuate a mescolare. Dovreste ottenere una crema dalla consistenza tipo la maionese. Da lì in poi va bene, se la volete ancora più liquida aggiungete altra acqua.
Versate la salsa sugli asparagi e le fave, mescolate il tutto e infine spolverate con i semi di sesamo tostati.

Insalata di fave e asparagi.

Come raccontavo sulla pagina di Facebook, la morte di David Bowie mi ha colpito in maniera molto dura.
Durante la preparazione di questa ricetta c’era la radio accesa, ma io non riuscivo ad ascoltare veramente la musica, nella mia testa continuavo a canticchiare alcuni versi delle sue canzoni.
Non so dire cosa abbia perso io a livello personale, so che la sua musica sarà sempre immortale e che l’ultimo album è stato il suo regalo più grande per noi, però ecco, rendermi conto che non mi ci sarà più la sorpresa costante della sua presenza nel mondo mi lascia un po’ senza terra sotto i piedi.
È una sensazione momentanea, tutto va avanti e tutto deve andare avanti. Mi mancherà, tutto qua. E questa sensazione non voglio nasconderla. Mancherà.