Falafel fatti in casa

I falafel non hanno bisogno di presentazione: sono la delizia di noi vegani e vegetariani, sono l’alternativa al kebab nelle notti con gli amici, sono la cena dei campioni di chi non ha voglia di cucinare mai. Insomma i falafel potrebbero essere descritti facilmente come il cibo degli dei.

Ne ho recensiti di surgelati, ma finalmente mi sono rimboccata le maniche, mi sono messa sotto e li ho fatti in casa. A mano! A partire dai ceci secchi!!!!
Posso felicemente condividere con voi l’esperienza enunciando che sono facilissimi da fare e ci si mette pochissimo. L’unico “scoglio” (ma è uno scoglio di pigrizia) è il dover lasciare a bagno i ceci per 24-36 ore cambiando l’acqua ogni 8-12 ore, dopodiché i ceci non vanno neanche cotti, quindi preparate ciotolone di acqua in cui affogare i ceci ora!

img_6497

Ho preparato i falafel insieme ad una cara amica, anche lei alla prima esperienza con quelli fatti in casa e siamo rimaste più che felici e soddisfatte; li abbiamo poi affogati in una salsina fatta di tahina, olio extravergine, sale e aceto balsamico. Boom!

E allora, siete pronti a riempire casa del profumo speziato dei falafel? La ricetta che state per leggere l’ho presa dal sito Arab.it, in cui potete trovare tante altre pietanze mediorentali deliziose. (Rispetto alla ricetta originale ho usato circa la metà delle porzioni e sono venuti fuori 12 falafel, ma la descrizione è come quella del sito arab.it).

img_6504

Ingredienti:
– 400 grammi di ceci secchi;
– 1 spicchio d’aglio (2 se siete amanti dell’aglio)
– 1 cipolla rossa tritata;
– 1 mazzetto di prezzemolo;
– 2 cucchiaini di semi di cumino dei prati;
– 1 cucchiaino di semi di coriandolo;
– Sale q.b.;
– Pepe a gusto;
– Olio per friggere

Sciacquate a mettete a bagno i ceci secchi dalle 24 alle 36 ore, dopodiché scolateli e sbucciateli. Non vi consiglio di farlo uno ad uno perché vi giochereste le dita, però su internet si trovano tanti modi più o meno veloci per farlo.
Versate i ceci sbucciati nel mixer con le lame ad S insieme a tutti gli ingredienti tranne che l’olio, fate partire il mixer fino ad ottenere un impasto fine ma compatto. Mettete il composto a riposare in frigo per almeno un’ora.
L’impasto deve compattarsi facilmente, ma se invece risultasse troppo friabile, aggiungete della farina di ceci fino ad ottenere la consistenza desiderata. Ora formate delle polpette e friggetele in abbondante olio caldo fino a doratura, girandole di tanto in tanto e poggiandole sulla carta assorbente per elminare l’olio in eccesso. Dovrebbero metterci meno di 5 minuti a polpetta.
Servite con della verdura fresca, del pane e una salsa a base di tahina secondo i vostri gusti.

img_6499

In questo periodo mi sono data all’ascolto di classici della musica degli anni ’90, soprattutto quegli artisti che mi hanno vista crescere. Tori Amos fa abbondantemente parte del mio percorso di scoperta emotiva e musicale.
Ho avuto il piacere di vederla dal vivo durante il suo tour per American Doll Posse e dal vivo è una vera forza della natura. Per quel tour ha riarrangiato tutti i suoi classici, rendendoli meno voce-piano e in alcuni casi stravolgendoli completamente.
In memoria di quel concerto, ho deciso di ripartire dall’inizio della sua discografia: Little Heartquakes il suo primo album e non mi ero mai accorta di quanto la sua musica avesse già messo radici dentro di me. Il suo terzo album, Boys for Pele, segna veramente un punto di grande maturità e credo che la canzone Hey Jupiter sia l’esempio più forte di questa grande abilità compositiva. Qui la potete ascoltare nella versione Unplugged per MTV nel 1996. 

Hey Jupiter
Nothing’s been the same
So are you gay?
Are you blue?
Thought we both could use a friend
To run to
And I thought I wouldn’t have to be with you
Something new

v

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...