Banoffee pie

La banoffee pie è una torta di origine anglosassone di cui non avevo mai sentito parlare, finché non mi è apparsa magicamente su Instagram grazie a The Viet Vegan. È stato amore a prima vista e non poteva essere altrimenti: questa goduriosa torta è  fatta di biscotti, caramello, banane e panna, il tutto stratificato insieme per creare un dolce a dir poco glorioso.

IMG_1356

Al posto della panna ho usato il budino di cocco Alpro, semplicemente perché il tentativo di fare la panna di cocco è fallito miseramente – per fortuna. Senza questo fallimento non avrei mai scoperto quanto la budinosità fosse la scelta giusta per questo dolce..
Non vi mentirò, avrei potuto studiare meglio lo scatto e rendere più giustizia alla bellezza e alla bontà della banoffee pie, ma avevo così fretta di provarla che non ci ho pensato più di tanto.
La verità è che questa è una torta incasinata, sbrodolona, che straborda, di quelle che ti fanno venire voglia di leccare il piatto, una di quelle che hanno il potere di risollevare l’umore e dare una svolta alla giornata.

IMG_1365

Ingredienti:
Per la base
– 170 grammi di biscotti secchi (tipo questi);
– 70 grammi di burro di soia sciolto;
– 2 cucchiai di zucchero;
– 1 cucchiaino di polvere di vaniglia

Per il ripieno:
– 14 datteri medjoul senza nocciolo;
– 235 ml di acqua (1 tazza);
– 1 cucchiaino di polvere di vaniglia;
– 1 banana matura

Per il topping:
– Panna montata vegetale oppure 2 budini al cocco Alpro;
– Cioccolato fondente grattuggiato q.b.

Preriscaldate il forno a 190°.
Sbriciolate i biscotti a mano o con un food processor. Unite poi lo zucchero, il burro sciolto, e la vaniglia. Mescolate bene, ottenendo un composto sabbioso.
Ungete leggermente una teglia, versate il composto dentro e appiattitelo con le dita o con un bicchiere fino a formare la base dello spessore desiderato. Infornate per 10 minuti e poi mettete a raffreddare.
Preparate il ripieno tagliando a pezzettoni i datteri denocciolati e frullandoli per 5 minuti nel food processor con l’acqua e la vaniglia.
Quando avrete ottenuto una crema liquida, versatela in un pentolino e portate a ebollizione girando continuamente, per almeno 10 minuti. Vedrete il composto ridursi e diventare più solido pian piano. Una volta pronto versatelo sulla base della torta e mettete in frigo a raffreddare per almeno 1 ora.
Finite di preparare la torta ricoprendo il caramello di datteri con la banana tagliata a fettine e una generosa colata di budino (o di panna), conclusa da una spolverata di cioccolato fondente grattuggiato.

IMG_1383

In questi giorni sto rispolverando gli album o i singoli che ascoltavo una decina di anni fa. A parte il non riuscire a comprendere come siano passati già tutti questi anni, è tornata in auge nel mio spirito di musicofila vagante l’inaspettata e ben gradita energia di Melissa Auf Der Maur.
Bassista delle Hole prima e degli Smashing Pumpkins nei loro ultimi anni prima dell’imperdonabile scioglimento che scosse gli anni 2000, Melissa si è buttata quasi subito in una carriera solista che l’ha portata a creare ben due album prima di darsi all’attività di filantropa a tempo pieno.
Followed the wavesè il primo singolo del suo primo album “Auf Der Maur” ed è tutt’ora una bomba che esplode ad ogni replay.

Feel me sneaking around again
Am I hangin’ around again?
Can’t you see?
That my heart lies, my heart lies to you

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...