Recensione: La cena di Pitagora – San Ponzo (PV)

Oggi vi porto con me in un delizioso, piccolo ristorantino in cui ho avuto il piacere di mangiare non molto tempo fa: La Cena di Pitagora.
Questa associazione culturale si trova a San Ponzo Semola, in provincia di Pavia, un microscopico borgo dall’atmosfera medievale con viuzze strette, case in pietra e una comunità di persone che sa come valorizzare il proprio territorio.

IMG_0913

Scorcio di San Ponzo (PV), foto scattata proprio dopo la cena in associazione.

L’ubicazione dell’associazione riporta a magie di altri tempi, proprio come scrivono i proprietari sul loro sito: ““La cena di Pitagora” ha sede in una tipica cascina dei primi del novecento, parzialmente ristrutturata, dove si respira un’aria d’altri tempi. L’edificio si affaccia su un cortile di ghiaia con il suo orto-giardino inserito nelle grandi fioriere in mattoni, sopra il quale un pergolato offre riparo nelle assolate giornate estive. Nella sala accogliente si svolgono le attività dell’associazione, che comprenderanno corsi, conferenze, dibattiti, presentazioni di libri.”

E il fascino e la magia di altri tempi ci sono tutte: la sala adibita alla ristorazione è intima e raccolta, con una stufa che scalda l’ambiente, una enorme libreria stracolma di libri e l’arredamento di chi ha la passione per il riciclo ed il recupero, e io non potrei essere più contenta di così perché ci si sente come a casa.

Foto copertina cena di pitagora

Foto di copertina della pagina Facebook dell’associazione.

Passiamo ora alla parte del mangiare. Posso finalmente condividere con voi e vantarmi dell’ottimo menù completamente vegano che ho avuto il piacere e l’onore di divorare senza ritegno:
– Antipasto: Hummus di carote con dukkah, biscottini salati di mais e carpaccio di finocchi
– Primo: Gnocchetti di farina semintegrale e rosmarino in salsa di patate e porri
– Secondo: Bocconcini di verdure invernali in pastella di ceci al curry con verza marinata e pomodori secchi
– Dolce: Panna cotta con crema di cioccolato, castagne e zucchero di cocco
– Pane autoprodotto con farine da cereali di produzione biologica macinati a pietra.

Il tutto per un contenuto e onestissimo prezzo di 22 euro, caffè incluso e bevande escluse.

Partiamo con il dire i piatti contenevano ingredienti che abbiamo tutti in casa, di stagione e freschissimi, e questo si sente perfettamente nella resa finale: non solo era tutto incredibilmente delizioso, ma i sapori erano proprio alla portata di tutti, senza strani arzigogoli o elementi dai nomi strani completamente estranei ai nostri palati.
La presentazione era semplice ma curata, rispecchiando perfettamente i componenti dei piatti. Non ci sono foto dei piatti perché l’atmosfera del locale ti fa venire voglia di spegnere il telefono e goderti quel momento senza interferenze esterne.
Ora, io non sono una gastronoma, non ho una bocca “educata”, ma posso dire che tutto il pasto è stato un’esperienza interessantissima: ogni portata era un’esplosione di sapori invernali bilanciati benissimo e le portate erano della giusta quantità per alzarsi da tavola sazi e felici, con la sensazione di aver mangiato bene e il giusto.

Mangiare a La Cena di Pitagora è un’esperienza che consiglio a tutti per l’ambiente intimo e familiare, sia per la qualità del cibo, del servizio, dell’amore che i proprietari mettono nel portare avanti un messaggio pacifista e di rispetto in tutti i sensi possibili.
Tutto quello che di positivo stanno facendo i ragazzi de La Cena di Pitagora viene trasmesso nei loro piatti, e questa è una caratteristica che non si trova più facilmente. 

Grazie davvero per questa esperienza di sapori e semplicità.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...