Pane al pomodoro.

Eccomi di nuovo con le mani in pasta, letteralmente, solo che questa volta – invece della pizza – ho impastato una meravigliosa forma di pane al pomodoro. Non potete capire quanto io sia entusiasta a riguardo!

La mia cara amica Emanuela, che ormai è ai miei occhi la regina incontrastata di questo tipo di pane, mi ha regalato la sua personale ricetta e io le sarò eternamente grata. Lei lo prepara con la sola farina 0, mentre io ho provato un misto di farine e non so se il risultato sia differente, ma sentitevi liberi di sperimentare con le vostre combinazioni preferite. (Proverò a farne anche una versione senza glutine)

Pane al pomodoro

Questo pane al pomodoro è semplicemente divino: caldo, croccante, saporito, profuma tutta la casa di pizza ed è una bomba con un filo di olio sopra, soprattutto dopo averlo fatto tostare un pochino. Pensate a cosa può accadere se ci si spatascia sopra dell’avocado maturo con un pochino di peperoncino… Vado a provare!

Ingredienti:
– 100 grammi di farina 0;
– 150 grammi di farina 00;
– 250 grammi di farina integrale;
– 4 pizzichi di sale abbondanti;
– 1 bustina di lievito (9 grammi circa);
– 1 cucchiaio di zucchero di canna;
– 400 grammi di polpa di pomodoro;
– Un cucchiaino di olio extravergine;
– Origano q.b.

In una ciotola capiente unite e mescolate le farine, il lievito, il sale e lo zucchero. Unite un paio di cucchiai alla volta di passata di pomodoro e impastate energicamente, aggiungete poca farina alla volta se il composto dovesse essere troppo appiccicoso, io ne ho aggiunto ancora più o meno un cucchiaio.
Versate l’olio (che dona elasticità) e l’origano e impastate ancora. A questo punto infarinate un piano da lavoro e usatelo per lavorare l’impasto con i polsi e le mani, proprio come fareste per una pizza, fino a ottenere un impasto liscio ed elastico.
Rimettete l’impasto nella ciotola, copritela con della pellicola per alimenti, poi con un panno e mettetelo in un luogo caldo e asciutto a lievitare.
Dopo circa un’ora e mezza prendete l’impasto, lavoratelo di nuovo e rimettetelo a lievitare per almeno un’altra mezz’ora.
Nel frattempo preriscaldate il forno a 230° C.
Foderate di carta da forno bagnata (e strizzata) una teglia.
Prendete l’impasto e semplicemente allungatelo facendolo cadere da una mano all’altra, come a cascata; Emanuela consiglia di dividerlo a metà e fare due forme allungate, in questo modo il pane respirerà di più in cottura.
Adagiate la forma allungata sulla teglia e infornate in modalità ventilato per 10 minuti a 230°, poi a 180° C per circa 30 minuti.
Il pane sarà pronto quando la crosta si sarà indurita e dorata, fatelo raffreddare su una griglia capovolgendolo.

Pane affettato

Come al solito, come per ogni ricetta, mi sono inchiodata su una canzone e la ascolto a ripetizione. Questa volta la sorte è toccata a “Dirge” dei Death in Vegas, gruppo inglese dedito al rock psicheledico, alla musica elettronica e anche all’industrial. “Dirge”, uscito come singolo nel 2000 è probabilmente il loro pezzo più famoso, poiché è stato usato come colonna sonora per diversi film e spot in tv.
Anche se non ha un testo, l’atmosfera nebbiosa, ossessiva e stranamente romantica, lo rendono il pezzo perfetto di cui innamorarsi e da ascoltare a ripetizione.

 

6 pensieri su “Pane al pomodoro.

  1. Marzia Marengo ha detto:

    Posto che come al solito sono pessima a seguire le regole (e le ricette) e che a metà mi sono accorta di non avere passata di pomodoro (ho usato una bottiglina di succo) e che ho fatto la metà della dose, (ma la bottiglina conteneva solo 125 ml di succo, quindi allungato con acqua quindi troppo pochissimo) è venuto sorprendentemente buono. La prossima volta però lo faccio giusto!

  2. micolrizzardi ha detto:

    Ciao! Vorrei prepararlo per un pranzo ma non avendo il tempo di seguire le due lievitazioni la mattina potrei farle il giorno prima e metterlo in frigo? O non so.. Hai qualche consiglio? In caso avrei anche dello lievito di birra ..

    Grazie, la ricetta sembra davvero prelibata e voglio troppo accostare questo pane all’avocado!

    • Floggie ha detto:

      Ciao! Allora, fammi pensare. Penso proprio che metterlo in frigo potrebbe essere una buona soluzione, io non ho mai provato ma so che alcune persone lo fanno proprio per permettere alla pagnotta di non lievitare troppo in fretta. Se ti va mi farebbe piacere sapere come viene il risultato finale!
      Ps: Con l’avocado è una vera bomba! 🙂

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...