Pizza fatta in casa mon amour.

Ne è passato di tempo da quando ho fatto la pizza per la prima volta.
Tante cose sono cambiate da allora, le intolleranze sono mutate in maniere misteriose e gira che ti rigira, ieri mi sono detta che era il caso di lasciarsi andare al piacere della pizza. Al diavolo le intolleranze, i gonfiori, le macchie rosse sulla pelle!
Ero senza soldi  e così, con insieme a un’amica (che i piatti più buoni sono sempre quelli condivisi) ci siamo messe a impastare e abbiamo tirato fuori una meraviglia. La gioia di creare qualcosa con le mani ha di nuovo colpito forte, e così eccomi qui a condividere la bellezza dell’impastare (con le mani pulite eh, mi raccomando!!!).
La cosa più bella della pizza è che il condimento è veramente a piacere, mentre io ho scelto una veganissima mozzarisella, funghetti e carciofini, la mia amica si è buttata su cotechino, gorgonzola, zucchine, mozzarella e non mi ricordo che altro.
Non importa cosa vi piaccia mangiare, la cosa importante è farlo sempre con gusto e con amore!

Ingredienti per la pasta per due pizze:
– 300 grammi di farina 00 (o manitoba);
– 15 grammi di lievito di birra in polvere;
– 4 cucchiaini di zucchero;
– 1 cucchiaino di sale;
– Acqua q.b.;
– Olio extravergine di oliva q.b.;
– Condimenti a piacere.

In una ciotola capiente o un piano da lavoro, mischiate insieme la farina, il lievito, lo zucchero e il sale. Raggruppate la farina e formate un buco in mezzo. Versate l’acqua poco per volta, lavorando con le dita. L’impasto sarà inizialmente farinoso e spezzato, man mano che lavorerete e aggiungerete acqua (sempre un goccio alla volta, letteralmente) si inizierà ad incollare meglio e a diventare un pezzo unico.
Quando la farina non sarà più sparsa in giro a pezzettoni, unite un goccio di olio, diciamo più o meno un cucchiaino e mezzo, e continuate a impastare. Quando avrete ottenuto una palla piuttosto compatta che non si appiccica alle mani, pulite una porzione del tavolo o del piano da lavoro, e lavorate l’impasto con i polsi per qualche minuto. Il calore delle mani e della frizione attiverà il glutine, che è ciò che rende l’impasto elastico e liscio. Se volete avere una dimostrazione visiva, trovate il movimento di polso al secondo minuto circa di questo filmato.
La pasta per la pizza sarà di consistenza giusta quando sarà completamente liscia e non si spezzerà più.
A questo punto mettete a riposare l’impasto in una ciotola molto capiente, avvolto da uno strofinaccio pulito e vicino ad una fonte di calore. Fate lievitare per almeno 45 minuti.
Ultimata la lievitazione, dividete la vostra pallona di impasto in due parti e stendetela. Ungete molto bene la teglia nella quale andrete a cuocerla e condite a piacere. Non dimenticate mai di usare ingredienti di qualità!

IMG_0185-2

Come ormai avrete capito e imparato, qui non si cucina senza musica. E questa pizza favolosa ha visto la sua creazione con in sottofondo l’album “Big Calm” dei Morcheeba. 
L’album è il secondo lavoro del gruppo, uscito nel 1998 con alla voce la talentuosissima Skye Edwards. 
Skye resterà con loro ancora per due album, per poi abbandonare e tornare solo nel 2010, solo che la sua voce è insostituibile, e infatti gli album successivi mancano di quel calore ovattato e calmo delle sue frequenze vocali.
Per fortuna che esiste “Big Calm” a ricordarci la bellezza musicale di quegli anni.

 

Un pensiero su “Pizza fatta in casa mon amour.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...