Tempeh stufato con funghi portobello e latte di cocco.

L’autunno per me significa funghi (e zucca, melograno, cavolfiore, broccoli e altre mille cose). Gira che ti rigira, appena raccolti o comprati al supermercato, mi permetto di mangiarli solo quando sono di stagione.
Presa da una insana golosità per l’abbinamento tempeh – funghi portobello, mi sono chiesta quale fosse l’elemento mancante, dove si nascondesse l’alchimia per rendere questo secondo piatto una bomba. Le mie sinapsi affamate hanno dato una sola risposta: il latte di cocco.
Questo è uno stufato caldo, autunnale, super cremoso e super delizioso, talmente tanto che ho deciso di proporlo a tutti quelli che mi chiederanno di cucinare loro il tempeh per la prima volta.
Irresistibile.

Ingredienti per due persone:
– Un panetto di tempeh;
– 500 grammi di funghi portobello;
– Uno scalogno piccolo;
– 200 ml di latte di cocco;
– Un cucchiaio di olio extravergine di oliva;
– Sale q.b.;
– Un cucchiaino di zenzero in polvere;
– Un cucchiaino e 1/2 di curcuma;
– Peperoncino q.b.;
– Pepe q.b.;
– Salvia essiccata q.b.

Pulite i funghi portobelli eliminando il gambo e lavandoli con cura. Tagliateli a cubetti non troppo piccoli e mettete da parte.
Affettate finemente lo scalogno e mettetelo a cuocere in una pentola con il cucchiaio di olio extravergine.
Fate soffriggere a fuoco medio fino a quando lo scalogno si sarà ammorbidito e unite i funghi tagliati.
Salate, mescolate e lasciate a cuocere a fuoco medio. Piano piano i funghi inizieranno a ridursi e a rilasciare acqua. Non coprite.
Tagliate il tempeh a cubetti di media grandezza.
Dopo circa 10 minuti mescolate ancora i funghi e se saranno già morbidi aggiungete il tempeh, mescolando. Non preoccupatevi se ci sarà ancora dell’acqua dei funghi.
Aggiungete ancora un pizzico di sale e versate il latte di cocco. Unite tutte le spezie e gli aromi (tranne il peperoncino), mescolate e fate cuocere fino a quando il latte di cocco non si sarà asciugato trasformandosi in una deliziosa crema.
Servite con un pizzico di peperoncino.

Tempeh stufato.

 

Tutta la cena preparata con questo come piatto principale, aveva come colonna sonora i Queens Of The Stone Age, uno dei miei gruppi preferiti.
Visto che questo piatto è stato inventato su due piedi in preda ad un delirio di creatività, direi che è stata una vera e propria passeggiata di salute. Una “Smooth sailing“, insomma.

It’s all in motion, ain’t no stopping now
I got nothing to lose and only one way, up
I’m burning bridges, I destroy the mirage
All visions of collisions, fuckin’ bon voyage

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...