Bulgur allo zafferano e verdure.

Estate a casa mia significa orto, orto significa terra, acqua, sudore e poi la soddisfazione di raccogliere il frutto della fatica. Quest’anno abbiamo – fra le altre cose – zucchine, pomodori di tre tipi diversi, insalate varie, frutta e per la prima volta in assoluto, le carote. Con queste ultime siamo andate un po’ alla cieca ma con il primo raccolto siamo rimaste molto soddisfatti. Le radici sono piccole e saporite, non bisogna neanche tagliarle per poterle mangiare. Sono una vera delizia, hanno un sapore che non mi aspettavo proprio, un misto fra dolce e leggermente asprignolo. Così, insieme alle zucchine, ho deciso di buttare tutto in padella per accompagnare il bulgur allo zafferano.

Il bulgur è grano spezzato, cotto al vapore e poi fatto essiccare al sole. Ha un sapore molto caratteristico, c’è chi lo avvicina alla nocciola ma non sono d’accordo. In ogni caso con lo zafferano è una bomba!

Ingredienti per una persona:

– 70 grammi di bulgur;
– Una costa di sedano;
– Carote q.b.;
– 2 zucchine;
– 1 spicchio d’aglio;
– 1 cipolla rossa piccola;
– 1 pezzo di zenzero grosso come un pollice;
– Sale q.b.;
– 140 ml di acqua salata bollente;
– Olio di cocco q.b.;
– 1 bustina di zafferano

Mettete a bollire l’acqua salata, raggiunto il bollore aggiungete lo zafferano e il bulgur. Coprite e lasciate cuocere a fuoco basso seguendo le istruzioni della confezione; quello che ho scelto io ci ha messo 15 minuti ad assordbire completamente l’acqua di cottura.
In una padella fate scaldare un goccio di olio di cocco e aggiungete la cipolla tagliata sottile, l’aglio e il sedano. Lasciate rosolare per 5 minuti girando spesso e aggiungete un goccio di acqua. Coprite e lasciate cuocere. Aggiungete le carote (intere, se piccole, tagliate come meglio gradite se grandi) e le zucchine (tagliate come preferite).
Sbucciate e tagliate lo zenzero a pezzi piccoli e aggiungetelo in padella.
Fate cuocere a fuoco medio per qualche minuto, tenendo presente che la verdura deve restare croccante.
Controllate il bulgur e assaggiate per sentire il grado di cottura. Una volta pronto, aggiungetelo in padella e mescolate per fare amalgamare i sapori.
Spegnete il fuoco e servite, meglio ancora se tiepido.

Bulgur allo zafferano

Piove, piove a dirotto. Quando piove così tanto mi piace ascoltare musica un po’ strana, quella un po’ da viaggio mentale. Un ottimo esempio è l’incommensurabile Thom Yorke. “Hearing Damage” è una canzone profonda e densa, che profuma di pioggia e sa di mani in tasca e sigarette fumate guardando fuori dalla finestra. Una delle mie canzoni preferite per pensare, per tenermi compagnia quando mi sento veramente sola.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...