Contorni autunnali. (Cavolini di Bruxelles al forno)

Il cavolino di Bruxelles, questo sconosciuto. Non facile da apprezzare, sicuramente è una verdura che può riservare piacevoli sorprese. Vitamine e proprietà a parte (non sono una grande esperta ma facendo una veloce ricerca online troverete sicuramente tutte le informazioni possibili e immaginabili), questo germoglio ha un sapore bello deciso e molto particolare. A casa mia è piaciuto così tanto che un anno siamo anche riusciti a coltivarlo nell’orto. Purtroppo il raccolto è stato un po’ scarsino, così abbiamo deciso di limitarci a comprarlo, ma sicuramente ripeteremo l’esperienza.
Per la cena di una sera particolarmente noiosa, ho pensato proprio di preparare una bella porzione di cavolini al forno, secondo me il modo più veloce e più gustoso di consumarli.
A mia madre avanzava in frigo un cestino pieno che si stava lentamente ingiallendo, così ne ho approfittato. C’è da dire una cosa importantissima: se anche a voi capita di avere o comprare dei cavolini che hanno perso il loro tipico colore verde brillante, non vi preoccupate, eliminate le prime due o tre foglie e sotto lo ritroverete sicuramente.
Un’altra cosa importante da sottolineare è che se cotti troppo (per esempio bolliti prima di una ripassata in padella), assumono un caratteristico sapore amaro che potrebbe non piacere, soprattutto ai più piccoli.

 

Ingredienti:
– Un cestino di cavolini di Bruxelles;
– Sale q.b.;
– Pepe q.b.;
– Un cucchiaio abbondante di olio d’oliva.

La primissima cosa da fare è preriscaldare il forno a 250/260°, per far sì che l’alta temperatura asciughi e abbrustolisca bene. Pulite i cavolini tagliando la base, eliminando le prime due o tre foglie e poi tagliandoli a metà. In una teglia stendete la carta forno, avendo l’accortezza di bagnarla ed accartocciarla velocemente per farla aderire meglio, disponete i cavolini tagliati a metà e condite a piacimento con sale, pepe, olio e anche altre spezie se ne avete. C’è chi aggiunge anche dell’aglio ma io preferisco farne a meno, il sapore è già forte così. Girate e rigirate con le mani i cavolini per aiutare il condimento a ricoprirli per bene, dopodichè infornate per 20 minuti.
Servite caldi o freddi, come preferite. Io li ho accompagnati con del tempeh marinato al rosmarino (e sicuramente in futuro avrò tempo ed occasione per approfondire il discorso tempeh).

IMG_6877

Il 17 novembre ricorreva il compleanno di Jeff Buckley, immenso rocker statunitense che – personalmente – amo alla follia.
All’attivo ha solo un album, a causa della dipartita improvvisa nel 1997, il bellissimo, immenso, fantasmagorico “Grace”.
Grace è un album che DOVETE conoscere, quindi ora aprite Spotify, Youtube o meglio ancora andate a comprarlo e godetevi la voce pazzesca e l’infinito talento musicale di uno dei migliori rocker che gli anni ’90 ci abbiano regalato.
Intanto assaggiate con me una delle canzoni che preferisco in assoluto: “So real”.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...