Cose fatte in casa. (Ramen con fave e carote)

Da quando ho iniziato a mangiare vegano devo dire che ho scoperto di preferire i cibi fatti in casa a quelli già belli e confezionati. Ci vuole, per me, una grossa fetta di buona volontà per mettermi a cucinare tutto da zero, ma ammetto che la soddisfazione finale è qualcosa di ineguagliabile. Nei miei progetti futuri ci sono sogni di pasta fresca, pasta brisée,  pasta frolla (giusto per rendermi la vita facilissima), polpette varie ed eventuali ed anche hamburger vegani. Perché? Beh, perché il portafoglio piange, mi piace sperimentare e mi piace imparare cose nuove.

E’ confortante consumare e far consumare qualcosa di così speciale che ha richiesto tempo e concentrazione profondi. La ricetta di oggi mi ha scaldato durante una cena veloce e solitaria, una sera di particolare freddezza emotiva ma di creatività mentale. (E con l’aiuto di un frigo particolarmente vuoto)

Ingredienti per una persona:
– Ad occhio circa 80 grammi di fave surgelate;
– Un nido di spaghetti di riso;
– Una carota;
– Brodo vegetale;
– Acqua q.b.;
– Lievito alimentare in scaglie;
– Olio extravergine di oliva q.b.

Ingredienti

Preparate il brodo vegetale, io per pigrizia l’ho fatto con quello liofilizzato bio, ma è inutile dire che con le verdure fresche è decisamente meglio. Una volta pronto mettete a cuocere la carota e le fave surgelate per circa 20 minuti. Nel frattempo mettete a bagno gli spaghetti di riso: più stanno a bagno meglio è, anche se poi cuoceranno nel brodo. Passati i 20 minuti assaggiate le fave, dipende dal grado di cottura che desiderate, e poi buttate a cuocere per 5 minuti nel brodo bollente i vostri spaghetti di riso.
Una volta ultimata la cottura aggiungere un cucchiaio abbondante di lievito alimentare in scaglie e poi servite caldo caldo con un goccio di olio extravergine di oliva.

Ramen con fave e carote

E come pensare al ramen senza andare automaticamente con la voce in Giappone, patria di questa deliziosa pietanza coniugata in tutti i modi possibili ed immaginabili: con carne e uova, con tofu e verdure, con frittata ed alghe. Online si trovano centinaia di combinazioni tutte ugualmente deliziose.
Dal Giappone “rubo” questa canzone, colonna sonora di un bellissimo anime chiamato Elfen Lied. La canzone si chiama Lilium, e personalmente parlando, mi accende il cuore di un calore forte e pulsante. Non so dire se mi faccia sentire viva, ma quello che sento quando la ascolto è una forza vitale grande e piena, nonostante il tema malinconico della melodia. Che dire di più? Solo di aprire bene le orecchie e chiudere gli occhi, per godersi al meglio gli archi altissimi di questo brano dal sapore lieve.

6 pensieri su “Cose fatte in casa. (Ramen con fave e carote)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...