Sapori a sorpresa. (Pancake di ceci e coste stufate con porri)

Piove ancora, non smette proprio di farlo. Il piano che avevo in mente per uscire di casa e scoprire un po’ di mondo si è andato a far benedire e ora mi ritrovo con le mani in mano. Ho mille lavoretti da fare ma la forza procrastinatrice di un bulldozer, e così mi sono ritrovata a fare la spesa e a riempire il frigo.

La ricetta di oggi è di una semplicità imbarazzante, eppure il risultato non per niente scontato: il sapore unico dei pancake di ceci si fonde perfettamente con la delicatezza delle coste (conosciute anche come biete) e del porro. Purtroppo le foto non ci sono perché la luce non andava bene e soprattutto avevo talmente fame che mi sono pappata il risultato finale senza pensarci due volte.

 

Ingredienti per una persona (dovrebbero venire tre o quattro pancake):
(Per i pancake)
– 75 grammi di farina di ceci;
– 120 ml di acqua;
– Olio extravergine di oliva per ungere leggermente la padella;
– Sale q.b;
– Curcuma q.b.
(Per le coste)
– Un cespo di coste
– Un porro
– Sale q.b.

Preparate molto prima di iniziare a cucinare la pastella unendo la farina di ceci, l’acqua, la curcuma ed il sale. Girate vigorosamente con un frustino per evitare grumi finché la pastella non diventa compatta. Prepararlo prima permette alla farina di ceci di assorbire bene l’acqua, e il risultato sarà migliore. Se non avete tempo potete prepararlo tranquillamente una decina di minuti prima di cucinare, ma prima lo fate meglio è. Ogni tanto girate ancora con il frustino per amalgamare bene.
Ungete appena appena una padella antiaderente con un goccio di olio di cocco o di oliva, fatelo scaldare a fuoco medio per qualche minuto e poi con un mestolo versate la prima porzione di pastella per i pancake. Coprite con un coperchio, aspettate due minuti: in questo poco tempo si dovrebbero essere formate delle piccole bolle d’aria sulla superficie del pancake, scurendola. Giratelo e fate cuocere dall’altra parte. Il risultato non sarà diverso dai pancake normali, ed il segreto è semplicemente il cuocerli in una padella ben calda. Procedete così fino ad esaurire la pastella.
Per le coste è tutto ancora più semplice: tagliate il porro e le coste a fettine, dopodiché buttateli in una padella antiaderente o un wok, aggiungete un goccio di acqua e lasciate a stufare con il coperchio a fuoco medio-basso.
Aggiungete il sale a metà cottura, così le foglie rilasceranno tutta l’acqua nella quale continueranno a stufarsi.
Una volta pronto, assaporate la dolcezza delle coste e dei porri in contrasto con il leggero amarognolo del pancake di ceci, vi assicuro che non riuscirete a smettere di mangiarli.

Di questa ricetta mi ha colpito la calma con la quale va preparata, il prendersi il tempo necessario per preparare la pastella, per lasciarla riposare, per tagliare le coste ed il porro. In cucina la mancanza di tempo è come usare tutti gli ingredienti sbagliati. Così ho pensato a ‘No surprises’ dei Radiohead, che è una delle mie canzoni preferite. Sembra quasi una ninnananna, la voce del cantante – Thom Yorke – si prende il tempo di raccontarci che non c’è bisogno di sorprese o di allarmi, che per favore tutto deve restare calmo.
Che per favore, tutto deve sapere di tranquillità.

2 pensieri su “Sapori a sorpresa. (Pancake di ceci e coste stufate con porri)

  1. yliharma ha detto:

    Mia mamma fa una specie di zuppa poco brodosa di bieta e ceci (tutto a pezzi, non frullato) con tanto tanto peperoncino e un goccio di pomodoro: è una cosa che adoro, caldo, rassicurante, saporito. Ceci e bieta sono una coppia vincente 😉

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...